Django parte5

INIZIO STESURA APPLICAZIONE.

Allora  ,dopo aver spiegato i valori più importanti del file settings.py , possiamo iniziare a scrivere la

nostra applicazione Django.La directory si troverà sotto il path di ricerca dei moduli python

(PYTHONPATH),oppure setteremo la costante DJANGO_SETTINGS_MODULE,oppure ancora,solo in

ambiente di sviluppo ,non faremo  nulla se poi proviamo l’ applicazione da una shell aperta in

questa stessa directory.

Come già spiegato all’ inizio della guida ,con il comando startproject, creiamo

la nostra directory di progetto,directory che sarà la document-root ,ad esempio di un sito web.Quindi facciamo :

[gianluca@samson ~]$ django-admin.py startprojec sito

Abbiamo così  il nostro progetto sito . Entriamo dentro ,vi sono  4 files  :

__init__.py  [ Inizializzatore di package ]

manage.py  [ lo script  per la gestione ,che va a sostituirsi a django-admin.py ]

settings.py  [ le impostazioni per il progetto,alla creazione contiene solo quelle di default ]

views.py     [ Qui vanno le funzioni che costituiscono la logica applicativa ]

urls.py        [ qui scriveremo le mappature  tra espressioni regolari (url ) e funzioni-views ]

Volendo potremmo già creare  dei contenuti,senza per forza creare l’ applicazione,ma per

strutturare al meglio i contenuti , e per usare i models-oggetti-classe che stanno alla base

do ORM e Django,meglio lanciare da dentro sito/ il comando :

[gianluca@samson Scrivania]$python manage.py startapp app_1

Crea la  directory   sito/app_1/ . Al cui interno troviamo :

__init__.py  [ inizializzatore di package ]

tests.py  [Vi si possono scrivere funzioni di test per l' applicazione ]

models.py   [ dove scrivere le classi-models ]

views.py     [ la logica applicativa dei models ]

Così abbiamo anche la directory dell applicazione  ,essa potrebbe essere per esempio una

applicazione per un blog ,potremmo averbe un altra per una fotogallery , e così via. Tutte però

apparterrebbero allo stesso progetto ,condividendo i valori di settings.py ,opzioni che però

possiamo modificare a livello applicazione importando la costante nel namespace dove stiamo

lavorando.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>